Gioco Sport (dai 4 ai 6 anni)

Attività motoria per bambini della scuola materna.

Nel Gioco Sport si mira allo sviluppo della motricità per contribuire al corretto accrescimento fisico e psichico, fornendo i prerequisiti per le attività intellettuali della scuola primaria e per qualsiasi attività sportiva.

Viene utilizzato il gioco simbolico, in cui azioni ed oggetti sono distaccati dalla loro tipicità per essere impiegati in maniera atipica e giocosa. Ogni lezione è diversa dalla precedente ed i bambini durante il ‘gioco libero’ hanno la possibilità di vivere e rivivere le proposte motorie liberamente in modo da ripetere le esperienze più stimolanti.

Tra i contenuti più importanti ci sono le andature, come quelle carponata e strisciata che, oltre ai benefici sul piano dell’apparato muscolo scheletrico, permettono la maggiore stimolazione del Sistema Nervoso con la possibilità di incidere sulla dominanza (ovvero la specializzazione dei due emisferi cerebrali in diverse funzioni, da cui un individuo può essere destro o mancino) e sulla convergenza dello sguardo (necessaria per vedere da vicino).

I rotolamenti, le capriole ed i giochi in rotazione, che mirano alla stimolazione del vestibolo (l’orecchio interno, dell’equilibrio) e al miglioramento del movimento oculare. Il Gioco Istintuale Liberatorio in cui viene data ai bambini la possibilità di far emergere le cariche emotive sfogandosi in maniera giocosa. I giochi antifobici, con la finalità di eliminare le paure immotivate e l’ansia, attraverso una sublimazione ludico-motoria. I rapporti col vuoto,  con il buio, giochi di affidamento, tecniche dello svincolarsi e del liberarsi. Tecniche di respirazione, contrazione e rilassamento. Fondamentali per l’acquisizione ed il mantenimento di posture corrette, oltre che per la regolazione del movimento.

I giochi di lotta. Senza l’associazione all’aggressività e senza dare importanza al vincitore il lottare equivale allo svolgimento di un tema, in cui si cerca un fraseggio somatico che si risolva con qualsiasi risultato. È inoltre importante il lavoro dei muscoli restauratori dell’equilibrio, della postura, e delle qualità tattili e recettive.

Lo svolgimento di temi acrobatici; i giochi cooperativi ed i giochi di squadra; giochi di fuga e salvamento, con giochi derivanti dal classico acchiappino, che al di là dell’aspetto ludico, hanno molti valori chinesiologici: equilibrio in velocità e con cambi direzionali improvvisi, possibilità di gettarsi a terra, arrampicarsi, saltare, con tutti gli apprendimenti dovuti al caso, il tutto accompagnato da una situazione psichica di gioia e biochimica di adrenalina; giochi che hanno la finalità di affinare l’orientamento spazio temporale del bambino. Un prerequisito per la lettura e la scrittura è che il bambino sappia orientarsi nello spazio del foglio di carta che si trova davanti a lui; prerequisito di questo orientamento è quello nello spazio in cui si muove.